Questo te lo spiego io: Il root

 

Iniziamo questa serie di articoli tecnici spiegati a tutti con l’argomento più comune ed il più richiesto. A chi non è mai capitato di sentirti chiedere “ma tu hai fatto il root?”, “ma se lo faccio perdo la garanzia?”,”si ma tanto a cosa mi serve?”. Ecco da oggi potrete dargli questo link e potranno scoprire tutto da soli ;D Ma bando alla ciance e iniziamo a entrare nel vivo

Cosa è il  “root”

A dispetto di quello che si possa pensare, il root non è ne un programma ne un’operazione da eseguire.

Cercando su wikipedia ci sono 2 definizioni

Il nome root significa radice, in quanto è l’unico a poter modificare i file presenti nella directory ‘/’, detta per l’appunto root

e anche

L’utente root (chiamato anche toor in BSD o avatar) è l’utente che dispone del massimo controllo sul sistema;

Nei sistemi basati su Windows NT, il corrispondente di root è l’account administrator

Il root su android

Come si riporta tutto questo su android? Innanzitutto è necessario sapere che i produttori di telefoni eliminano totalmente l’utente root per evitare che gli utenti possano danneggiare il proprio apparecchio, visto che con i permessi root è possibile eliminare anche file di sistema che impedirebbero al dispositivo di avviarsi.

In android poi ogni programma ha un proprio utente nel sistema con il quale viene eseguito, quindi il significato del root sarà concedere o meno ad ognuno di essi i massimi privilegi possibili per il sistema

Cosa ottengo con il root?

Veniamo adesso al cosa pratico, cosa posso ottenere con i permessi di root?

  • Controllo totale del dispositivo: potrete scaricare ed utilizzare qualsiasi tipo di file, oltre ad aver accesso a qualsiasi file del sisteme per rimuovere applicazioni native.
  • Backup Totale: potete in qualsiasi momento creare un backup totale del vostro sistema tramite recovery o delle singole applicazioni con relativi dati con programmi tipo Titanium Backup. Forse il caso più importante è quello degli sms/mms e lista chiamate che non vengono salvati in automatico e di cui vorremmo avere una copia di sicurezza.
  • Liberare spazio: potrete  muovere tutta la vostra Cache sulla SD Card, oppure eliminare programmi installati di base sulla nostra rom ma che non riteniamo utili, o tutta quella serie infiniti da sfondi animati che non utilizza nessuno ed occupano solo una marea di spazio
  • Eseguire Applicazioni Speciali quali :
  1. Android-WiFi-Tether oppure Barnacle Wifi-Tethering: Per condividere la vostra connessione internet anche con il pc.
  2. SuperSU: per Abilitare/disabilitare i permessi di Root per ogni singola applicazione
  3. Startup Manager: Impostare le applicazioni da eseguire all’avvio del vostro sistema, per una maggiore velocità e pulizia
  4. SetCPU for Root Users: permette di eseguire un Overlock del processore, cioè di regolarne la velocità, aumentandola per maggiori prestazioni e diminuendola per aumentare la durata della batteria.
  5. Titanium Backup: come abbiamo detto in precedenza per fare il backup di tutto quello che vogliamo
  • Installare Custom ROM: cioè Firmware non originali, svilluppati da terzi come ad esempio la CyanogenMod. Il perché installare una rom custom meriterebbe un articolo a parte, ma principalmente per avere un sistema pulito, con più feature e più ottimizzato.

Come lo ottengo

Adesso che abbiamo capito cosa è, veniamo al sodo e cerchiamo di capire come ottenerlo. Purtroppo non esiste un metodo universale, in quanto bisogna sfruttare delle falle specifiche per ogni dispositivo, ma per fortuna su internet esistono molti programmi che permettono di ottenerlo. I più famosi sono

  1. 1Click Root
  2. SuperOneClick
  3. Z4Root
  4. Unlock Root

I consigli quando si utilizzano questi programmi sono i seguenti:

  • Leggere attentamente la procedura da eseguire (anche se molto spesso si riduce semplicemente ad installare un programma sul dispositivo o sul pc e premere un tasto)
  • Controllare attentamente che il programma sia compatibile con il nostro dispositivo (attenti perché a volte esisteno varie versione dello stesso device ad esempio il 4g che a volte non è compatibile con le altre versioni)
  • Se avete dei dubbi cercate informazioni sul vostro device su XDA (il miglior forum sull’argomento) dove troverete sicuramente il vostro e avrete informazioni su quale sia il miglior programma da utilizzare e come farlo
  • Come per tutte questa tipologia di operazioni controllate di avere la batteria carica, uno spegnimento del dispositivo potrebbe portare a trasformare il vostro telefono in un soprammobile ;D

Quali controindicazioni ci sono?

Innanzitutto diciamo che il problema principale è che per questa modifica alcune case produttrici (purtroppo quasi tutte ;( ) invalidano la garanzia. Però (c’è sempre un però!) ricordiamoci sempre che in caso il dispositivo sia morto nessuno potrà vedere che avete rootato il dispositivo, mentre nel caso ci sia qualche altro tipo di problema è sempre possibile flashare una rom originale riportando il cellulare alla situazione iniziale e addirittura alcuni dei programmi citati precedentemente permettono anche di eliminare il root riportando il dispositivo allo stato iniziale.

Oltre a questo ci sono alcuni programmi tipo “Sky go” che riconoscono i dispositivi rootati e si rifiutano di partire, in quel caso sarà sufficiente andare nel programma SuperSU (o quello presente nel vostro root, tanto sono tutti molto simili!) e togliere la spunta Abilita Superuser per evitare che il programma possa rilevare la presenza dei permessi di root

Da non dimenticare poi di dover decidere bene a quale programma concedere i privilegi di root, ricordatevi che con il root si può fare di tutto, quindi un programma malevolo potrebbe fare ciò che vuole, ma con un po’ di testa è possibile premunirsi, se un gioco o un semplice programma di chat o simili richiede il root bisogna fermarsi un’attimo e farsi venire il dubbio che quel programma ha qualcosa che non và.

Lo consiglieresti?

La risposta è una sola “sicuramente si”, una volta che lo hai provato non torni più indietro! Le cose principali sono naturalmente il backup e l’aggiornamento di nuove rom custom.

Il backup mi ha salvato molte volte che il telefono si è impallato e se non avessi avuto il backup avrei perso tutto, e le rom custom in certi momenti diventano necessarie quando i produttori decidono di non supportare più determinati dispositivi.

Per chi poi volesse smanettare un po’ l’overclock sarà sicuramente una cosa da provare!

Non vi resta altro che provare e farci sapere se sareste disposti a tornare indietro ;D e naturalmente mi ricordate che questa è solo una guida, non ci assumiamo nessuna responsabilità sui danni che si potrebbero verificare applicando questa procedura in modo errato ( Uomo avvisato…..)

 

 

 

acquariusoft

acquariusoft

33 anni e una vita da programmatore e grande amante della tecnologia alle spalle e soprattutto davanti. Voglio raccogliere e condividere tutte quelle cose che normalmente scovo per i miei interessi a parlarne con chi la pensa come me. Note importanti: Odio Facebook!!!